Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy cliccando qui. Chiudendo questo banner, cliccando su questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

ACCESSO

Sono 1265 gli abitanti dell'Impero di cui 5 presenti in questo momento.
Il cielo della capitale è coperto e la temperatura è di 28°.


Hai dimenticato la password?
Non sei ancora iscritto?

AMBIENTAZIONE

I • Periodo storico

Roma Imperiale tenta di ricostruire, sotto forma di gioco di ruolo, l’atmosfera del vivere quotidiano a Roma a cavallo tra il primo ed il secondo secolo dopo cristo, quando sedeva sul trono di Imperatore Marco Ulpio Traiano (98-117), figlio adottivo di Cocceio Nerva, e capostipite della dinastia degli Antonini (Traiano, Adriano e Antonino Pio). Questo periodo è quello che viene comunemente definito dagli storici come l’apogeo dell’impero romano; la Roma di quei tempi infatti accoglieva i migliori pensatori e architetti, in una commistione ottimale di magnificenza e sobrietà (basti pensare alla colonna Traiana), disponeva del maggior potere di sempre dal punto di vista militare, e della maggiore estensione territoriale (è infatti di quegli anni l’ultima conquista dell’impero romano: la Dacia, attuale Romania). In questo periodo storico quando il concetto di romanità era vivo e pulsante all’interno dell’impero, quando Roma ,oltre ad essere Caput mundi, comprendeva nei suoi possedimenti quasi tutto il mondo allora conosciuto, quando le istituzioni erano ancora salde nei loro ordinamenti e nulla sembrava scuotere il potere dell’Imperatore, il giocatore viene immerso e accolto da quel mondo ormai lontano, che tentiamo di far rivivere.


II • Malleabilità della realtà

Nonostante il gioco persegua un fine di quasi totale verosimiglianza c’è sembrato opportuno per favorire la giocabilità dello stesso, inserire al suo interno alcuni particolari con lo scopo di aumentare la fruibilità di un gioco altrimenti privo di quella dimensione mistico-onirica che tanto ci affascina delle epoche storiche perdute. Il mondo di Roma imperiale è infatti calcato allo stesso modo dagli uomini e dagli Dei che manifestano il loro volere agli uomini, aiutandoli nei loro giudizi o castigandoli per la loro condotta; in cui è possibile sentire parlare o addirittura scorgere figure di animali fantastici, irreali. E’ un mondo, insomma, dove oltre al piacere di vivere la storia c’è la voglia di vivere il sogno.


III • Imprecisioni consapevoli

Per il bene maggiore della giocabilità e la ricostruzione di un mondo studiato per adattarsi alle nostre esigenze sono state compiute diverse imprecisioni storiche di cui l’Amministrazione è però pienamente consapevole. Questa scelta seppur sofferta è stata necessaria e l’Amministrazione riconosce e conosce per prima le grandi imprecisioni delle mappe, dei luoghi, delle leggi, della gestione delle condizioni sociali e femminile e di ogni argomento e fatto che ha volutamente modificato. Non vi è motivo quindi di muovere critiche alla storicità ed alle sue imprecisioni essendo esse volute e consapevoli e parte integrante e lucidamente decisa dell'ambientazione di Roma Imperiale.

Anno XIV • Mese VI • Giorno 18°

Versione:
2.8.1 Alpha

Fondazione:
18 Maggio 2006

Per godere al meglio del sito è consigliato l'utilizo di una risoluzione 1280x1024 o superiore.

ROMA IMPERIALE © 2006-2015 | NOTE LEGALI | PRIVACY | COOKIE POLICY